Prenota un appuntamento con la Dott.ssa Pedrinelli Carrara 347.9471337

Come la psiche può aiutare il sistema immunitario

Come la psiche può aiutare il sistema immunitario

Quando proviamo uno stress in modo elevato e/o continuativo, il nostro organismo, per far fronte a tutte le energie di cui necessita, inibisce il sistema immunitario. Questo è un motivo per cui quando siamo stressati tendiamo ad ammalarci maggiormente.

Ci sono stress che possiamo gestire e altri invece no. Un esempio è il vicino di casa che sta ristrutturando e dalle otto della mattina fino alle sei della sera dobbiamo sorbirci il rumore del martello pneumatico. Prima o poi terminerà, ma nel frattempo, iniziamo a sentirci altamente stressati, dato che la casa dovrebbe essere il posto in cui ci ricarichiamo, ci riposiamo.

Al contrario, certe situazioni le viviamo in modo maggiormente stressante perché siamo noi a vederle più catastrofiche del dovuto.

Come la persona che fa il pendolare per lavoro, c’è chi lo vive come uno stress di cui farebbe ampiamente a meno, c’è chi invece lo vive come un momento di relax, uno stacco fra casa e lavoro. La circostanza è la stessa, ma una persona sarà stressata, l’altra invece molto meno.

Tutto ciò ci mostra una caratteristica importante dello stress: è soggettivo!!

Non tutti viviamo le situazioni allo stesso modo e non tutti reagiamo fisicamente nella stessa maniera.

Come possiamo agire sullo stress in modo da agevolare anche il sistema immunitario?

Agire sullo stress per migliorare la nostra situazione psicofisica significa intervenire in modo preciso e programmato, possibilmente attraverso un approccio multidimensionale.

Una persona che ha le difese immunitarie abbassate è una persona che forse sta vivendo uno stress psicofisico, dato che qualsiasi disagio fisico comporta molto probabilmente una ripercussione emotiva e qualsiasi stress emotivo può comportare anche un’influenza sul corpo.

Pensiamo all’ansia che proviamo quando siamo preoccupati e come questa emozione si proietti sul corpo con tensioni muscolari, problemi digestivi, disturbi del sonno, disordini del comportamento alimentare o altro ancora.

Per questo motivo, agire in modo coordinato e multidimensionale fa sì che si possa aiutare la persona a comprendere il reale problema alla base della sintomatologia che sta provando e ad intervenire di conseguenza.  Nel caso di stress, si può intervenire per migliorare l’equilibrio psicofisico, rafforzare il sistema immunitario e diminuire i livelli di tensione.

Come si può intervenire per aiutare il nostro sistema immunitario?

A livello psicologico

  • Ritagliarsi momenti, spazi di relax. Basta anche un caffè con una persona amica, una passeggiata. Spesso siamo noi i primi a trovare gli ostacoli e a vedere anche un momento rilassante come un ulteriore impegno. Se è così significa che ne abbiamo davvero bisogno e dobbiamo attivarci per ritagliarci alcuni momenti di stacco, di leggerezza.
  • Non tenersi tutto dentro, scaricare le proprie tensioni in base al modo più consono: parlare con una amica, fare una corsa, suonare uno strumento, fare rilassamento per esempio. (In questo sito troverai alcuni esercizi di rilassamento gratuiti, nella parte alta della pagina troverai la voce ESERCIZI)
  • Prendersi dei momenti di vacanza, anche soltanto di una giornata o di poche ore, ma evadere. Basta anche una o due volte al mese, ma sarà davvero importante.
  • Svolgere un hobby oppure delle attività creative mirate al contatto e all’espressione emotiva (sempre in questo sito ne trovi alcune gratuite, altrimenti puoi effettuare il mio corso on line on demand specifico).

A livello fisico

  • Ascoltare il proprio corpo, ciò che ci chiede. Se solitamente siamo molto statici, perché facciamo un lavoro seduti o con posizioni viziate (che sono sempre le stesse) allora cerchiamo di svolgere una attività che ci porti a far muovere il nostro corpo in modo eterogeneo. Se al contrario facciamo molto movimento, allora può aiutarci il rilassamento, il riposo fisico e mentale. Un professionista del settore potrà darci delle giuste indicazioni.
  • Curiamo l’alimentazione. Stare bene mentalmente significa avere anche un corpo sano o che comunque viene nutrito in modo opportuno. Prendiamoci cura di noi stessi, vogliamoci bene, ovviamente non dobbiamo sentirci ancora più frustrati perché dobbiamo limitarci nel mangiare. Sentiamo il parere di uno specialista del settore, sicuramente ci darà dei buoni consigli e la possibilità di qualche strappo alla regola.
  • Teniamoci monitorati, controlliamo la nostra salute periodicamente. La prevenzione è alla base della salute e della lunga vita, non sottovalutiamone l’importanza.

A livello sociale

  • Coltiviamo le amicizie, in base al nostro carattere possono essere tante o poche, l’importanza è che ci diamo del tempo per poter fare qualche bella chiacchierata insieme a chi ci fa star bene, per condividere momenti piacevoli. Anche il fare la spesa può divenire un momento di condivisione dove un impegno poco gratificante e a volte scomodo può trasformarsi in un momento di svago se fatto insieme ad un’amica.
  • Lasciamo anche degli spazi solo per noi, per goderci ciò che più ci piace, anche fosse stare dieci minuti a prendere il sole in terrazzo o a guardare un episodio di una serie che ci piace in tv. E’ vero che non c’è mai il tempo per niente, a volte, però, diamo troppo priorità agli altri e ciò ci rende sempre più nervosi e frustrati perché alla fine della giornata ci siamo regalati pochissimi spazi o nulla. Più stiamo bene noi, più siamo sereni e produttivi con le persone che amiamo.
  • Evitiamo di stare troppo sui social e di focalizzare le fotografie e le frasi di gaudio che postano le persone. Nella mia esperienza di psicoterapeuta, mi capita abbastanza spesso di sentire le persone che si confrontano con quei vissuti così positivi e ne vivono una frustrazione perché la loro vita non è così felice e avventurosa. Sinceramente mi chiedo spesso come facciano le persone che sono in vacanza e si divertono così tanto a trovare il tempo di inviare tutte quelle foto e quei messaggi. Perché se davvero stai bene, pensi ad altro e non a scrivere sui social!! Forse, dovremmo filtrare un po’ di più ciò che ci arriva dal web. Inoltre, ognuno di noi vive bei momenti nella vita, e poi dei momenti meno belli, perciò non dobbiamo cercare il confronto, ma pensare soltanto a noi stessi e a come stare meglio.

Cliccando sul link potrai vedere il video introduttivo gratuito del Corso on line on demand Esercizi per gestire l’ansia e lo stress  

Possono interessarti anche i seguenti articoli

Capire e curare l’ansia

Qual è la differenza fra ansia e stress?

Come gestire l’attacco di panico

Come l’ansia influenza la respirazione

Dott.ssa LAURA PEDRINELLI CARRARA
Psicologa, Psicoterapeuta
Studio in Via Marche, 71 a Senigallia (An)
Cell. 347/9471337
www.laurapedrinellicarrara.it
laurapedrinelli@libero.it

 

Se credi che questo articolo possa essere utile e vuoi contribuire alla sua diffusione, condividilo attraverso uno dei canali social presenti qui sotto!
Facebooktwitterlinkedinmail
412 utenti hanno letto questo articolo

Presente su:

Contatti:

Senigallia (AN): Via Marche, 71
+(39) 347.9471337
scrivi una mail
P.IVA 02240300422
C.F. PDRLRA66P57I608R

Seguimi sui social:

Facebooklinkedinyoutube