Prenota un appuntamento con la Dott.ssa Pedrinelli Carrara 347.9471337

La psicoterapia per gestire lo stress, l’ansia e gli attacchi di panico

La psicoterapia per gestire lo stress, l'ansia e gli attacchi di panico

Da molti anni mi occupo di aiutare le persone a limitare o a superare i disturbi d’ansia, lo stress e gli attacchi di panico.

In effetti, le problematiche date dall’ansia tendono a risultare sempre più frequenti nelle persone di diversa età, dai più giovani ai più anziani.

I comportamenti di evitamento dati dall’ansia elevata

In molti casi tendiamo a minimizzare il problema trovando strategie personali che ci aiutano a limitare l’ansia e lo stress. Tali strategie tendono a funzionare soltanto inizialmente, perché in realtà più che strategie sono comportamenti protettivi che ci portano a limitare l’esposizione all’evento ansiogeno invece di superarlo.

Per esempio: se andare in centro quando c’è tanta gente mi crea ansia, mi stressa, mi crea disagio, allora ci andrò in orari meno affollati. Se guidare in autostrada mi mette ansia, allora la eviterò oppure ci andrò quando è presente anche un’altra persona. Se andare in treno mi crea ansia, agitazione, mi mette panico perché non posso scendere quando voglio io, allora eviterò di andarci.

Questi comportamenti protettivi, sembrano aiutare la persona, ma in realtà col tempo il soggetto si troverà ad evitare sempre più situazioni problematiche fino a quando si renderà conto che la sua vita è altamente limitata dall’ansia, dallo stress o dal panico.

Di fatto, l’ansia induce a comportamenti di evitamento che la persona inizialmente sottostima poiché gli risolvono momentaneamente il problema ansioso. Successivamente, però, dovrà farci i conti e ciò avverrà quando ormai l’ansia sarà diventata altamente disfunzionale per la persona.

Le reazioni fisiologiche date da ansia, stress o panico elevati

Quando l’ansia, lo stress e/o il panico sono elevati comportano una serie di sintomatologie fisiche e mentali che si auto-alimentano creando un circolo vizioso.

Tre sintomi principali

L’iperventilazione: il respiro corto e affannato.
Tale modalità di respirazione comporta una iper-ossigenazione del cervello con una minor presenza di anidride carbonica. Il risultato sarà la percezione di confusione mentale e/o di giramento di testa. Percezione che la persona valuterà non come effetto dell’iperventilazione, ma come un suo stato fisico e inizierà a temere di aver problematiche fisiche rilevanti. Non a caso, negli attacchi di panico la sintomatologia è simile ad un attacco cardiaco e la persona tende a pensare di poter morire.

Tremolio e/o formicolio al corpo
Le gambe possono diventare più fiacche, la persona sente che tremano. Le braccia e le mani possono iniziare a tremare o a formicolare.

Pensiero catastrofico, irreale e focalizzato
la persona tende a valutare le situazioni in modo altamente negativo, non percepisce una via di uscita perché rimane sul problema anziché sulla soluzione e anche perché focalizza soltanto ciò che le scatena ansia e che valuta in modo catastrofico. Con questi presupposti, la risoluzione del problema viene percepita come altamente complessa da raggiungere se non impossibile aumentando così ancora i livelli di ansia, stress e/o panico.

La psicoterapia per l’ansia, lo stress e gli attacchi di panico

Ho inserito soltanto tre dei sintomi solitamente più presenti quando proviamo ansia, stress o attacchi di panico per farti comprendere come la psicoterapia debba essere mirata ai problemi specifici della persona lavorando sul corpo, sulle emozioni, sui comportamenti e sulle modalità di pensiero.

Come esperta nelle tecniche di gestione dell’ansia, utilizzo strumenti diversi per lavorare a livello psicologico e fisico e con metodologie psicoterapeutiche sia psicodinamiche che comportamentali.

A causa dei problemi di ansia, stress o agli attacchi di panico,  le persone non riescono più:

  • a lavorare serenamente,
  • ad andare al lavoro se non vengono accompagnate,
  • a prendere l’autostrada,
  • a guidare in galleria o in strade specifiche,
  • ad andare in treno,
  • a prendere l’aereo,
  • a respirare normalmente,
  • ad avere una relazione sentimentale senza gelosie eccessive o paura dell’abbandono,
  • ad entrare in ascensore,
  • ad andare ad un concerto o entrare in chiesa, per esempio (qualsiasi luogo affollato),
  • ecc…

 Il poter recuperare la propria autonomia, la libertà di agire e il benessere psicofisico è l’obiettivo del percorso che viene sempre creato in modo individualizzato.

Clicca sul bottone azzurro ed entrerai nella pagina informativa per conoscere come avviene una consulenza on line e per prenotare direttamente un appuntamento.

Oppure contattami per ulteriori informazioni

IL TUO NOME (richiesto)

LA TUA EMAIL (richiesto)

IL TUO NUMERO DI TELEFONO (richiesto)

OGGETTO
InformazioniAppuntamento

IL TUO MESSAGGIO

Nota: Per correttezza e rispetto della tua privacy, il sistema impedisce l'invio della mail senza il consenso al trattamento dei dati.

In ottemperanza dell'informativa privacy ai sensi dell'art. 13 del regolamento UE 2016/679 e dell'art. 13 del D.Lgs 196/2003, esprimo il consenso al trattamento dei miei dati sensibili conferito alla dott.ssa Laura Pedrinelli Carrara

 

Possono interessarti ulteriori articoli:

Capire e curare l’ansia

Come gestire l’attacco di panico

Come l’ansia influenza la respirazione

Dott.ssa LAURA PEDRINELLI CARRARA
Psicologa, Psicoterapeuta
Esperta nelle tecniche di gestione dell’ansia
Studio in Via Marche, 71 a Senigallia (An)
Cell. 347/9471337
www.laurapedrinellicarrara.it

laurapedrinelli@libero.it

 

Se credi che questo articolo possa essere utile e vuoi contribuire alla sua diffusione, condividilo attraverso uno dei canali social presenti qui sotto!
Facebooktwitterlinkedinmail
1.063 utenti hanno letto questo articolo

Presente su:

Contatti:

Senigallia (AN): Via Marche, 71
+(39) 347.9471337
scrivi una mail
P.IVA 02240300422
C.F. PDRLRA66P57I608R

Seguimi sui social:

Facebooklinkedinyoutube