Contatta la Dott.ssa Pedrinelli Carrara 347.9471337

Gli ostacoli alla complicità sessuale nella coppia

Possono esistere diverse ragioni per le quali la sessualità di coppia sia divenuta meno attiva e più sporadica. Una buona sessualità non è sempre così scontata, anzi è spesso motivo di distacco fra i partner.

Purtroppo, non sempre i partner si soffermano a valutare le dinamiche alla base di un rapporto sessuale meno soddisfacente, spesso ne valutano soltanto le conseguenze additando l’altro/a come la causa principale (troppo freddo, poco partecipe, non abbasta creativo , ecc.).

Non creando quindi un vero confronto, in cui le due parti si mettono entrambe in discussione, del resto la sessualità è attuata da tutti e due.

Questo atteggiamento puo’ essere il sintomo di una coppia già i difficoltà a livello sentimentale oppure può influenzare l’armonia fra i partner producendo, nel tempo, un sottile e sempre più palpabile distacco che tenderà a minare il rapporto fino a farlo cessare.

In alcuni casi, la relazione si trasforma automaticamente da sentimentale ad amichevole, pur rimanendo il fatto che ci si voglia tanto bene, ma non sentendo più quell’attrazione fisica che fa desiderare l’altro sessualmente.

Ma quali sono le motivazioni che ostacolano la complicità sessuale?

  1. Difficoltà comunicative

    Si parla poco e ci si comprende ancor meno. Ognuno pretende comprensione dall’altro, ma per primo non ascolta e non si mette realmente nei panni altrui. Può succedere che un componente della coppia sia più chiuso, più introverso, e non si renda conto o non si attivi abbastanza per confrontarsi in modo più chiaro e continuo col partner. Dall’altra parte, può accadere che il partner abbia esigenze che non sente capite né ascoltate, ma nello stesso tempo, non faccia nulla di realmente costruttivo per trovare un punto di contatto. In pratica, ognuno rimane sulle proprie posizioni.

  2. Minor complicità

    Impegni lavorativi, famigliari, domestici si interpongono nella vita di coppia prendendo col tempo sempre più piede. Non esiste più o quasi quel tempo prezioso passato da soli, ma oramai il tempo insieme è sempre diretto verso i figli, assorbito dai vari impegni lavorativi e domestici oppure trascorso con parenti e amici. La coppia sentimentale si è un po’ persa per lasciare il posto totalmente a quella genitoriale e a tutti gli altri ruoli sociali (figli di genitori ormai anziani che vanno accuditi, lavoratori, amici, ecc.).

  3. Trasformazioni fisiche e trascuratezza

    Con gli anni il corpo tende a mostrare alcuni cambiamenti fisici che vanno a modificare le sembianze che si avevano in gioventù. La menopausa può essere un motivo per la donna, mentre, generalmente, l’aumento del peso è tipico anche nell’uomo spesso a causa di una vita maggiormente sedentaria. Spesso, non è tanto la trasformazione fisica a minare una sessualità che si basa soprattutto sull’affetto e la complicità creata negli anni, quanto il fatto che la persona si trascuri, dando ormai per scontate certe accortezze (abbigliamento esterno e intimo più curato, galanterie, frasi affettuose, ecc. ) che invece sono molto importanti per la libido e le fantasie erotiche.

  4. Passaggio da amore sentimentale ad amore fraterno

    Può succedere che dopo vari anni di convivenza la coppia, o uno dei partner, viva la trasformazione del proprio affetto che viene, negli anni, esautorato da quel fuoco di passione e attrazione fisica. La persona sente di provare molto affetto per l’altro, ma non è più l’amore sentimentale; l’altro diventa come un figlio o un fratello o il migliore amico e per questo cala anche il desiderio sessuale.


Dott.ssa LAURA PEDRINELLI CARRARA
Psicologa, Psicoterapeuta formata in Sessuologia
Studio in Via Marche, 71 a Senigallia
Cell. 347/9471337
www.laurapedrinellicarrara.it

Se credi che questo articolo possa essere utile e vuoi contribuire alla sua diffusione, condividilo attraverso uno dei canali social presenti qui sotto!
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
454 utenti hanno letto questo articolo

Lascia un commento

Presente su:

Idea Psicologo
Ordine degli Psicologi delle Marche

Contatti:

Senigallia (AN): Via Marche, 71
+(39) 347.9471337
scrivi una mail
P.IVA 02240300422
C.F. PDRLRA66P57I608R

Seguimi sui social:

Facebookgoogle_pluslinkedinyoutube