Contatta la Dott.ssa Pedrinelli Carrara 347.9471337

Gli esercizi per la coordinazione oculo-manuale

Quando si svolgono attività di stimolazione cognitiva dell’anziano, svolgere esercizi che sollecitino la coordinazione oculo-manuale è fondamentale per diversi motivi:

  1. Si sollecitano i sensi della vista e del tatto,
  2. Si stimola l’anziano a mantenere l’attenzione sia focalizzata che sostenuta,
  3. Si agevola lo svolgimento di movimenti del braccio e del busto che generalmente sono limitati nelle persone anziane, soprattutto se in carrozzina o allettate,
  4. Si aiuta la persona a vivere dei momenti sereni e divertenti poiché cessa momentaneamente il pensiero di tipo depressivo o ansiogeno,
  5. Si stimola la socializzazione e la collaborazione fra anziani, se sono presenti più persone.

In effetti, le persone anziane tendono a muoversi poco, eccezione fatta per gli sportivi o le persone altamente dinamiche. Questa pigrizia che accompagna da sempre l’individuo, oppure si è insinuata con l’avanzare dell’età, è tanto maggiore quanto l’anziano senta di non potersi muovere ed agire a proprio piacimento.

In molti casi, il tempo libero della pensione diventa tempo vuoto e, soprattutto nei casi in cui l’anziano vive quasi esclusivamente in casa per motivi di salute allora è molto più probabile che i suoi movimenti saranno particolarmente ridotti.

Gli esercizi che stimolano la coordinazione oculo-manuale devono essere semplici e divertenti, in modo che la persona li faccia con piacere. È molto importante che l’anziano si possa muovere in base alle proprie possibilità e che quindi non gli venga richiesto uno sforzo particolare. Ricordarsi sempre che l’obiettivo è il movimento, il lavoro cognitivo e il divertimento, non ci interessa se quel gesto non è giusto come richiede la regola di quello sport o di quel tipo di attività.

Quando si parla di movimento fisico è sempre bene consultarsi con un fisioterapista o col medico, in modo da accertarsi che la persona anziana possa sostenere quel tipo di attività.

 

DUE ESEMPI DI ESERCIZI DA POTER EFFETTUARE CON L’ANZIANO

  1. Pallavolo col palloncino.

Fargli ricevere e tirare un palloncino leggero, in modo che anche se ha soltanto un braccio abile può ugualmente giocare. Proprio per la loro leggerezza i palloncini, che si trovano usualmente in commercio e vanno gonfiati a fiato, possono essere tirati con i piedi, con le mani, con la testa e anche con altre parti del corpo come la spalla. La persona con severe disabilità può giocarci ugualmente e questo la rende partecipe e complice del gioco. Se poi si stimola l’anziano a tirare il palloncino a un’altra persona, in quel caso si crea una scelta (anche se data dalla vicinanza) e ciò produce un coinvolgimento emotivo maggiore. L’importante è dare sempre un bersaglio, che sia l’operatore o l’individuo vicino. Siccome gli anziani si stancano facilmente, non sollecitarli troppo a lungo. Non essendo abituati a muoversi è bene non eccedere nel tempo messo a disposizione per l’attività.

  1. Il bowling

È un gioco che può essere svolto anche sopra un tavolo. Si possono utilizzare lattine vuote di bibite e palline di gommapiuma grandi come le palle da tennis. Anche in questo caso, l’anziano si diverte ponendo attenzione ai bersagli e a dove manda la pallina. Inoltre, si possono creare giochi di squadra che alimentano la socializzazione e la condivisione.

LIBRI

E-BOOK La conoscenza e la gestione delle emozioni del paziente del caregiver famigliare e dell’operatore edito da Streetlib (2016).
Libro Una mente attiva. Precorsi di stimolazione cognitiva per la terza età Ed. Erickson collana I Materiali (2015)Libro Quattro passi per volersi bene: tecniche per migliorare il proprio benessere psicologico edito da Streetlib (2015).
Libro Attività di animazione con gli anziani Stimolare le abilità cognitive e socio-relazionali nella terza età Laura Pedrinelli Carrara – Ed. Erickson collana I Materiali (2013).

 

Dott.ssa LAURA PEDRINELLI CARRARA
Psicologa, Psicoterapeuta
Studio in Via Marche, 71 a Senigallia (An)
Cell. 347/9471337
www.laurapedrinellicarrara.it

laurapedrinelli@libero.it

Se credi che questo articolo possa essere utile e vuoi contribuire alla sua diffusione, condividilo attraverso uno dei canali social presenti qui sotto!
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
354 utenti hanno letto questo articolo

Lascia un commento

Presente su:

Idea Psicologo
Ordine degli Psicologi delle Marche

Contatti:

Senigallia (AN): Via Marche, 71
+(39) 347.9471337
scrivi una mail
P.IVA 02240300422
C.F. PDRLRA66P57I608R

Seguimi sui social:

Facebookgoogle_pluslinkedinyoutube