Contatta la Dott.ssa Pedrinelli Carrara 347.9471337

Il sentimento di solitudine

Si ringrazia vivamente l’artista Andrea Crostelli per aver gentilmente concesso la pubblicazione della sua opera per il mio articolo.

Il sentimento di solitudine è uno stato emotivo che, diversamente dal senso di solitudine, è particolarmente forte e duraturo nel tempo, inoltre la carica affettiva che vi è connessa ha una entità molto più rilevante.

Ma ora spieghiamolo meglio.

La persona che prova un sentimento di solitudine sente dentro di sé un insieme di emozioni spiacevoli che influenzano in modo rilevante la propria quotidianità e sempre di più il modo di percepirla.

Se nel senso di solitudine io mi sento sola e questo mi infonde tristezza, ma attuo tutte le strategie per poter evitare di continuare ad esserlo, nel sentimento di solitudine io avverto uno stato d’animo profondamente disagevole che perdura da tempo.

Alla base di questo sentimento ci possono essere emozioni come l’angoscia, la disperazione, la profonda malinconia.

La persona può provare anche un certo senso di impotenza perché si sente come braccata, come prigioniera dei suoi stessi pensieri o della situazione in cui sta vivendo e che non percepisce come possibile da cambiare nell’imminente o di poterne uscire senza notevoli difficoltà.

E’ importante distinguere il sentimento di solitudine dalla depressione, poiché nella depressione, che è una vera e propria malattia, la persona non è reattiva, non crede nella possibilità di tornare ad essere felice, mentre nel sentimento di solitudine la persona, pur percependo la difficoltà che prova, crede e vuole ritrovare la serenità e, inoltre, si attiva per farlo se opportunamente stimolata.

Rimane comunque il fatto che per poter diagnosticare l’uno o l’altro stato di disagio c’è bisogno di un professionista del settore.

Che cosa fare quando il senso di solitudine diventa un sentimento di solitudine?

Quando la vita ci mette a dura prova noi abbiamo tutti gli strumenti per affrontare le situazioni difficili che ci si stagliano davanti, è importante però che ci accorgiamo del nostro umore più basso del nostro stato di tensione più vivo e del modo col quale stiamo reagendo.

A volte basta solo contattarci, comprendere come lo stiamo vivendo e accettare l’aiuto e il sostegno affettivo che ci possono dare amici e parenti, altre volte, quando ci rendiamo conto che il nostro livello di disagio psicologico è abbastanza elevato è bene che ci rivolgiamo ad un esperto del settore per evitare di entrare in stati depressivi o ansiosi da cui poi è più difficile uscirne.

Ricordiamoci sempre che chiedere aiuto significa essere forti, perché solo le persone volitive sanno chiedere aiuto e raggiungere così al meglio i loro obiettivi. Il percorso con un professionista non significa fare un lavaggio del cervello e subire passivamente degli insegnamenti.

Il percorso di sostegno psicologico

Effettuare un percorso di sostegno psicologico significa comprendere quali sono le proprie risorse e come poterle utilizzare nel qui ed ora per stare meglio con se stessi e con gli altri; trovare qualcuno che ascolti senza giudicare e con il quale avere uno spazio libero dove sfogarsi liberamente, espellendo tutte quelle energie negative che altrimenti si tratterrebbero dentro.


P.S. Vedi anche gli altri articoli di questo sito sulla solitudine che trovi cliccando qui La solitudine

Chi fosse interessato può approfondire le emozioni nell’EBOOK  La conoscenza e la gestione delle emozioni del paziente del caregiver famigliare e dell’operatore edito da Streetlib 2016. Il link va direttamente nella pagina di approfondimento del libro.

Dott.ssa LAURA PEDRINELLI CARRARA
Psicologa, Psicoterapeuta
Studio in Via Marche, 71 a Senigallia
Cell. 347/9471337
www.laurapedrinellicarrara.it

 

Se credi che questo articolo possa essere utile e vuoi contribuire alla sua diffusione, condividilo attraverso uno dei canali social presenti qui sotto!
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
467 utenti hanno letto questo articolo

Lascia un commento

Presente su:

Idea Psicologo
Ordine degli Psicologi delle Marche

Contatti:

Senigallia (AN): Via Marche, 71
+(39) 347.9471337
scrivi una mail
P.IVA 02240300422
C.F. PDRLRA66P57I608R

Seguimi sui social:

Facebookgoogle_pluslinkedinyoutube