Prenota un appuntamento con la Dott.ssa Pedrinelli Carrara 347.9471337

Perché non si seguono le regole?

Perché non si seguono le regole?

Il coronavirus o COVID-19 ha sottoposto milioni di persone ad una situazione altamente critica.

Questa malattia altamente contagiosa, e che per motivi di causa o concausa ha mietuto molte vittime, ha obbligato i diversi capi di Stato a ordinanze drastiche per limitare il diffondersi ulteriore.

In Italia, le misure restrittive sono arrivate gradualmente, ma la risposta non è stata univoca nonostante la possibilità di ammalarsi gravemente o di infettare l’altro o addirittura il proprio familiare fosse più che tangibile.

Di fatto, pur nella moltitudine delle persone che sono rimaste ligie in casa, uscendo soltanto per motivi strettamente necessari, altre invece hanno aderito molto meno alle regole impartite.

Perché si infrangono le regole?

Pur nella gravità della situazione, le motivazioni a non rispettare l’ordinanza del Governo sono diverse e riguardano più aspetti, vediamone alcuni esempi:

1. Il carattere

  • Un cambiamento così drastico delle abitudini quotidiane, richiede un tempo soggettivo per essere assimilato e accettato facendolo diventare così una regola temporanea di vita.
  • La limitazione della propria libertà personale può generare in persone dal carattere più rigido o ribelle, per fare due esempi, la volontà opposta. Violando la regola, magari anche con qualche strategia (come portare a spasso il cane 3 volte al giorno) ci si illude di poter gestire quella situazione e di sentirsi liberi ancora di autodeterminarsi pienamente.
  • Ci sono poi caratteri più superficiali, che prendono la situazione in modo meno grave e si comportano di conseguenza.

2. Le informazioni ricevute

Guardando la televisione, leggendo sui social, vedendo i diversi video pubblicati sul web ci si immerge in un mare di correnti di pensiero sul corona virus o COVID-19 differenti se non addirittura opposte.

Quando le notizie sono discordanti è possibile che la persona scelga, consciamente o inconsciamente, quelle che lo rassicurano maggiormente o quelle che confermano i suoi timori. In base a ciò verterà il suo comportamento e l’adesione o meno alle regole imposte.

3. L’aspetto psicologico profondo

A seconda delle difese intrapsichiche che la persona attiva maggiormente in questa situazione, che dipendono dal vissuto emotivo e dalla personalità del soggetto, la non adesione alle normative può riguardare reazioni diverse che vanno dalla regressione, che esalta uno stato infantile ribelle, alla negazione della gravità del problema con comportamenti che mettono a rischio la salute degli altri e della persona stessa.

4. Il bisogno fisico

Ci sono persone che hanno livelli di attivazione fisiologica elevati per cui necessitano di un frequente movimento oppure che quando sono sotto stress hanno bisogno di scaricare tramite l’attività fisica. Non siamo tutti uguali, alcuni scaricano lo stress riposandosi, altri suonando uno strumento, altri correndo.

5. Il contesto ambientale

Un ambiente in cui le persone trasgrediscono le regole o in cui le regole non sono riconosciute, tranne quelle della strada, può influire molto. La persona che vorrebbe seguire il divieto ad uscire può sentirsi additato o deriso se resta in casa oppure legittimato ad uscire ugualmente.

6. Il distress

Il distress è lo stress negativo, quello che proviamo quando siamo sottoposti a situazioni logoranti. fisicamente e/o mentalmente per lungo tempo e per forte entità. In un periodo di distress è posibile che la persona possa reagire in modo inappropriato, sottostimando rischi e divieti, per la difficoltà a rimanere calma e a ponderare razionalmente le circostanze.

Possono interessarti anche i seguenti articoli

 Come limitare il panico da corona virus

Non sprechiamo questo tempo prezioso!

Bloccati a casa? Perché non imparare qualcosa di nuovo!

Il rilassamento muscolare progressivo, che cosa è a che cosa serve

Dott.ssa LAURA PEDRINELLI CARRARA
Psicologa, Psicoterapeuta
Studio in Via Marche, 71 a Senigallia (An)
Cell. 347/9471337
www.laurapedrinellicarrara.it

laurapedrinelli@libero.it

Se credi che questo articolo possa essere utile e vuoi contribuire alla sua diffusione, condividilo attraverso uno dei canali social presenti qui sotto!
Facebooktwitterlinkedinmail
89 utenti hanno letto questo articolo

Presente su:

Contatti:

Senigallia (AN): Via Marche, 71
+(39) 347.9471337
scrivi una mail
P.IVA 02240300422
C.F. PDRLRA66P57I608R

Seguimi sui social:

Facebooklinkedinyoutube