Contatta la Dott.ssa Pedrinelli Carrara 347.9471337

L’utilizzo del Mandala in psicoterapia

Che cosa è il mandala?

Il Mandala è una immagine grafica, con contorno generalmente circolare o quadrato e una serie di disegni all’interno. Disegni che possono essere semplici, come quelli di un bimbo, o complessi, cioè contenenti forme geometriche o immagini figurative.

Per la teoria junghiana, il Mandala si presenta spontaneamente nel soggetto all’interno dei suoi sogni o attraverso l’immaginazione attiva. E’composto da forme geometriche simbolicamente rilevanti come il cerchio, il quadrato o il triangolo e con un centro ben definito. Ogni elemento manifesta un valore simbolico importante per il soggetto che lo ha disegnato.

I Mandala sono tipici della tradizione dei monaci buddisti tibetani che li costruiscono da secoli con sabbie colorate e altri elementi naturali con l’obiettivo di richiamare, contenere e integrare alcuni tipi di energia.

Perché lavorare professionalmente col mandala?

Lavorare professionalmente col Mandala significa utilizzare una tecnica che facilita il contatto con se stessi, aiuta la persona a divenire più partecipe della propria cura e ad acquisire il senso di forza e di controllo della propria vita.

Carl Gustav Jung fu il primo a riconoscere nel Mandala un potenziale terapeutico portandolo così alla conoscenza del mondo occidentale in campo psicologico.

Per lo psicoanalista svizzero, il Mandala agevola nell’individuo che lo crea il rapporto tra il sé e il proprio ego, cioè il contatto intrapsichico.

In altri settori, studi psiconcologici specifici hanno dimostrato l’effetto positivo del Mandala nei pazienti in cura con chemioterapici. Si è riscontrata, infatti, la diminuzione dei sintomi dovuti ai farmaci oncologici e la minor presenza di distress (lo stress negativo) nei pazienti che coloravano i Mandala prima e/o durante le chemioterapie.

Di fatto, colorare un Mandala, per i particolari disegni di cui è composto,produce uno stato mentale molto vicino alla meditazione. La meditazione non è altro che concentrazione in assenza  di pensieri logoranti che produce benessere e l’abbassamento dei livelli di stress.

Chi può lavorare col mandala?

A livello psicoterapeutico, nel mio studio, utilizzo il Mandala con le persone che possono trarne giovamento, cioè che hanno nell’uso del disegno un canale psicologico espressivoMolte persone non sanno di avere questa potenzialità, che in realtà è propria della maggior parte degli individuipoiché il disegno e il colorare è tra le prime forme di creatività dell’essere umano che si sviluppa già nell’infanzia, età dove la spontaneità prevale e il contatto con se stessi è più diretto.

Non necessita essere portati per il disegno o avere una vena artistica, il Mandala va primariamente colorato e solo in un secondo momento disegnato; il disegno che si andrà a fare, comunque, non richiede alcuna tecnica o particolare abilità, ma solo la motivazione a lavorare su di sé e ad esprimersi liberamente.

Come avviene la psicoterapia col mandala?

Il percorso psicoterapeutico, quando si avvale di questo strumento, si basa su tre aspetti fondamentali che si sviluppano in itinere:

  • I colori
  • Il disegno scelto
  • Il disegno creato

Attraverso queste tre dimensioni si dà modo al soggetto di approfondire le conoscenze di sé, di contattare le proprie parti emotive, di migliorare la propria autostima, di diminuire la percezione di stress e di rafforzare il proprio Io.

Questa tecnica evidenzia le risorse del soggetto e sollecita la sua spontaneità nel raccontare e raccontarsi, aiutandolo a migliorare la conoscenza e la percezione positiva di sé.

Come tutti gli strumenti psicoterapeutici, il mandala non va focalizzato come un lavoro a se stante, ma all’interno di un percorso professionale.

Se credi che questo articolo possa essere utile e vuoi contribuire alla sua diffusione, condividilo attraverso uno dei canali social presenti qui sotto!
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
1.066 utenti hanno letto questo articolo

Lascia un commento

Presente su:

Idea Psicologo
Ordine degli Psicologi delle Marche

Contatti:

Senigallia (AN): Via Marche, 71
+(39) 347.9471337
scrivi una mail
P.IVA 02240300422
C.F. PDRLRA66P57I608R

Seguimi sui social:

Facebookgoogle_pluslinkedinyoutube